Ari Folman dirigerà un film d’animazione su Anna Frank

ari-folman[1]Ari Folman, regista di The Congress (film d’apertura della Quinzaine des réalisateurs alla 66. edizione del Festival di Cannes) e Valzer con Bashir (Golden Globe per il miglior film straniero nel 2009) è prossimo a girare un film d’animazione tratto dal Diario di Anna Frank (1929-1945). Il progetto sarà co-finanziato da Purple Whale Films, Bridgit Folman Film Gang e Diane Elbaum (La quinta stagione, Il mio migliore incubo!, Irina Palm) e al cineasta sarà garantito completo accesso agli archivi della Fondazione Anna Frank, ma anche ai documenti in possesso di tutte le fondazioni sparse per il mondo. “Portare il Diario di Anna Frank al cinema è una fantastica opportunità e una sfida affascinante” ha dichiarato il regista, sceneggiatore e compositore israeliano. “C’è veramente bisogno di nuovo materiale artistico per tenere viva la memoria nelle giovani generazioni”.

Anna Frank nasce nel 1929 a Francoforte e all’età di quattro anni si trasferisce insieme alla sua famiglia ad Amsterdam. Nel 1940 anche l’Olanda viene invasa e la famiglia Frank è costretta a trasferirsi proprio qualche giorno dopo il compleanno di Anna. In questa giornata riceve in regalo un diario. Inizia così a scriverlo due giorni dopo il suo compleanno. La famiglia Frank costruisce un magazzino sul retro per nascondersi e sfuggire alla Gestapo, che passa di casa in casa a cercare ebrei per portarli nei campi di concentramento. Lo spostamento è previsto per il 16 luglio, ma la famiglia Frank va a nascondersi nell’alloggio segreto dieci giorni prima. Con loro portano il minimo indispensabile, riducendo il più possibile il bagaglio, in modo da passare inosservati. Nei giorni successivi un’altra famiglia va a vivere con loro: i signori Van Daan e il figlio Peter. Ultimo arrivato è il signor Dussel. Dopo un po’ di tempo, fra Peter e Anna nasce una forte amicizia che giorno dopo giorno si sviluppa in un tenero amore.

No Comments Yet

Comments are closed