Michele Bravi è femmina, l’attacco di Vittorio Sgarbi

In un’intervista recente Vittorio Sgarbi si è lasciato andare sull’attualità e soprattutto sul mondo musicale di Sanremo 2022.

Vittorio Sgarbi ospite di Dedicato della trasmissione di Serena Autieri, ha messo nel mirino il cantante Michele Bravi, definendolo “tutto femmina” accusandolo di aver stravolto troppo Lucio Battisti, con la sua Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi, che appunto Michele Bravi ha proposto durante la serata delle cover al Festival di Sanremo.

“C’era quell’altro che cantava una canzone di Battisti ‘..come può uno scoglio‘, che si chiama Bravi, tutto femmina. E cantava rivolgendosi ad una donna come se fosse un maschio. La canzone è fatta da Battisti per una donna e lui era un uomo e la declinava al maschile”.

La colpa di Michele Bravi, infatti è quella di non aver utilizzato la frase “quando lei se ne andò” scritta da Lucio Battisti, ma ha trasformato la frase in “quando lui se ne andò”, mandando in confusione Sgarbi, aggiungendo anche un ultimo commento: “Adesso i cantanti hanno questo modo di vestirsi in modo stravagante“.

Link