Luca Barbarossa confessa: «Non arrivavo a fine mese…»

Iniziare non è mai facile per nessuno. Soprattutto per alcuni lavori come nel mondo dello Spettacolo e della Musica d’un tempo (adesso forse con i social è tutto più elastico). Ma all’epoca di Luca Barbarossa la gavetta era necessaria.

Il cantautore romano ha raccontato gli esordi in una lunga intervista concessa al Corriere della Sera: «All’inizio ero in crisi, non riuscivo ad arrivare a fine mese», spiega parlando degli anni della gioventù. A farlo perseverare ma cambiando rotta, le parole di Morandi e Dalla: «Devi toglierti la puzza da sotto al naso». Ed ancora sui problemi economici. «Ero entrato in questa casa e dovevo pagare l’affitto: 365mila lire al mese. All’inizio tutto ok. Poi ho cominciato ad avere problemi con la mia casa discografica, la Fonit Cetra, il mio primo album non era andato bene, non avevo continuità…Sono stati anni difficili, mi sono rimesso a suonare nei locali, avevo quel briciolo di nome che mi permetteva di non fare piano bar. Non arrivavo a fine mese. Per farmi abbassare l’affitto ho ridato indietro una stanza alla proprietaria dell’appartamento». Poi il successo nel mondo della musica che lo accompagna tutt’oggi in programmi come Radio2 Social Club, la trasmissione radiofonica di grande successo su Rai Radio2.

Link