Dane Dehaan da Spider-man a Star Wars: è il nuovo James Dean?

Dane Dehaan

Fino a poco tempo fa’ e forse per molti anche adesso il nome Dane Dehaan non dice molto, invece il ragazzo ( che nonostante i soli 27 anni è già sposato da 2 anni con la collega Anna Wood) sta rapidamente conquistando il suo spazio a Hollywood e dintorni.

Cresciuto nei Paesi Bassi si trasferisce giovanissimo in North Carolina dove completa gli studi all’Università  School of the Arts, col sogno di diventare attore come i suoi idoli Al Pacino e James Dean , e dopo essersi fatto le ossa tra teatro e piccolo schermo ottiene un primo assaggio di notorietà vestendo i panni del protagonista in Chronicle dove interpreta un ragazzo timido che ricevuti poteri telecinetici si trasformerà in un sadico assassino.

Il ruolo entusiasma pubblico e critica e in soli due anni lo vediamo apparire in Come un tuono di Derek Cianfrance, Giovanni Ribelli a fianco di “Harry Potter” Daniel Radcliffe, Lawless di John Hillcoat e Metallica 3d through the never di Nimrpod Antal fino ad arrivare al ruolo di Harry Osborn (e Green Goblin) in The amazing spider-man 2 in sala in questi giorni, il suo primo blockbuster e il film che forse ( lo vedremo protagonista anche dei prossimi capitoli?) lo consacrerà definitivamente.

Dane Dehaan alias Green Goblin affronta Spider-man
Dane Dehaan alias Green Goblin affronta Spider-man in una scena del film

Di progetti infatti a Dane non ne mancano di certo, questo mese tornerà in sala in Devil’s knot-fino a prova contraria un thriller di Atom Egoyan tratto da una storia vera dove reciterà al fianco di Colin Firth e Reese Witherspoon, poi realizzerà il suo sogno e nel drammatico Life di Anton Corbjin (in sala nel 2015) interpreterà il suo idolo James Dean.

Sul web il pubblico però l’ha ribattezzato il nuovo Mark Hamill, l’interprete di Luke Skywalker  nei primi tre film della saga, trovandolo perfetto per il ruolo nel nuovo Star Wars in uscita, interpellato sulla cosa però l’ambizioso Dane si è mostrato sorpreso e non molto lusingato dal paragone preferendo definirsi ( o meglio sperando di divenire) il nuovo Leonardo di Caprio con cui trova una discreta somiglianza fisica.

In attesa di scoprire se questo sogno diventerà realtà Dehaan si districa fra un set e l’altro trovando tempo sempre per una buona partita a golf e senza mai dimenticare di presentarsi in pubblico elegantissimo con abiti di Prada di cui peraltro è testimonial.

L’ambizione e il carattere di certo non gli mancano e a giudicare nemmeno il talento per potersi trasformare da astro nascente in attore affermato però non sempre a Hollywood il passo e così breve e il rischio di perdersi è sempre dietro l’angolo. Auguri a Dehaan perché questo non succeda.

A cura di Alex Olivero

No Comments Yet

Comments are closed