Cara Delevingne sulla sua depressione: “Tutto ciò che volevo era morire”

Cara-Delevingne-depressioneNon è la prima volta che Cara Delevingne lascia trapelare come abbia lottato contro la depressione durante l’adolescenza, ma probabilmente questa può essere definita la sua intervista più franca.

Cara Delevingne: la lotta contro la depressione

All’età di soli 23 anni, la modella e ormai attrice britannica ha accumulato una vasta schiera di successi, ma possiamo ben dire che le foto patinate che possiamo ammirare sulle riviste non la rappresentano interamente. Ecco le sue parole a Esquire UK, per cui ha recentemente posato senza veli:

«L’industria della moda si occupa della superficie, non si interessa di ciò che c’è sotto, non si tratta di essere se stessi. Senti di non essere importante come una persona. Ti senti come se importasse solamente il tuo aspetto – ed è così.»

La sua triste storia inizia con il racconto di come la madre, Pandora, abbia lottato contro la depressione maniacale e la dipendenza da eroina, per le quali subiva frequenti ospedalizzazioni. Cara non era a conoscenza della profondità dei problema materni, ma crescendo è stata influenzata dalla sua assenza.

«[A 8 anni] sentivo di non aver nessun controllo sulla mia vita ed ho iniziato uno sciopero della fame. Mi dicevo: “Non mangerò fino a quando qualcuno non mi dirà dove si trova mia madre”.»

Diventata adolescente, Cara arrivò ad un crollo mentale:

«Credo che la mia depressione sia iniziata quando avevo 16 anni, quando i problemi della mia famiglia hanno iniziato a prendere un senso e tutto è venuto a galla. Sono molto brava a reprimere le emozioni ed apparire felice. Da bambina sentivo di dover essere buona e forte perché mia mamma non c’era. Così, quando sono diventata adolescente, con tutti gli ormoni, la pressione e il desiderio di essere brava a scuola era tutto per i miei genitori, non per me.»

Come la depressione aumentò, prese una piega suicida:

«Mi rendevo conto di quanto fossi fortunata e privilegiata, ma tutto quello che volevo era morire. Mi sentivo in colpa per questo e mi odiavo, era un ciclo continuo. Non volevo continuare ad esistere. Volevo disintegrare ogni molecola del mio corpo

L’attrice ha descritto come avrebbe voluto scappare nel bosco e colpire la sua testa negli alberi sperando di “mettersi fuori gioco” e graffiarsi le gambe fino a farle sanguinare.

A 16 anni la giovane attrice di Suicide Squad ha iniziato ad assumere gli antidepressivi, e su di lei i farmaci hanno avuto un effetto paralizzante. Ecco cosa è successo quando li ha interrotti:

«Mi sono persa molte cose dai 16 ai 18 anni. La settimana che decisi di non assumere più gli antidepressivi ho perso la verginità, feci a botte, piansi e risi. Provare e emozioni di nuovo è stata la cosa migliore del mondo. Continuavo a deprimermi, ma preferivo imparare a capirlo da piuttosto essere di nuovo dipendente da farmaci.»

Adesso la bella Cara Delevingne è sana, felice e profondamente innamorata di St. Vincent, e noi siamo molto felici per lei!

No Comments Yet

Comments are closed