Bruce Willis e la malattia: straziante la confessione della moglie

Bruce Willis da 40 anni nel mondo del cinema, da qualche tempo ha dovuto affrettare l’addio per colpa della sua malattia, con cui convive insieme a sua moglie.

L’insorgenza sempre più spietata e prepotente dell’afasia lo ha infatti costretto ad abbandonare le scene. E ora è la moglie Emma Heming a stargli vicino. Ma anche a rivelare quanto effettivamente lei e l’uomo della sua vita stiano soffrendo.

Il male che ha colpito Bruce Willis è particolarmente spietato, e oltre a rendergli impossibile il prosieguo di una carriera da attore ha condizionato in modo molto severo anche la sua vita di tutti i giorni. L’afasia, infatti, è un disturbo del linguaggio con conseguenze a livello cognitivo. Chi ne soffre non è più in grado di comprendere ciò che gli viene detto, né a propria volta di formulare o articolare frasi di senso compiuto. Tale malattia è sì curabile, ma si riesce a guarire completamente solo in rarissimi casi.

Diverso tempo è passato da allora, e le condizioni di Bruce Willis appaiono essere ulteriormente peggiorate. Lo suggerisce proprio la moglie Emma Heming, che su Instagram ha ammesso che il dolore faccia ormai parte della sua vita. Tanto da doversi inventare dei sistemi per contrastarlo. “Può essere paralizzante. Ma è anche la forma più pura e profonda di amore che esiste. Me lo ha detto la mia figliastra”, ha ammesso.

Link