The Pills – Sempre Meglio che Lavorare: trailer del film

The Pills - sempre meglio che lavorare: trailer

“The Pills – Sempre Meglio che Lavorare”, diretto da Luca Vecchi, egli stesso membro del gruppo di youtuber omonimi, uscirà nelle nostre sale il 21 Gennaio.

In un mondo nel quale i trentenni non trovano lavoro e rimangono a casa dei genitori, Luca, Matteo e Luigi rappresentano un’eccezione.

Invece di smaniare per raggiungere quell’indipendenza tanto agognata, i tre giovani nullafacenti, sono terrorizzati all’idea di trovare un vero lavoro che li obblighi ad assumersi la responsabilità della loro vita.

Da bambini, hanno addirittura fatto un patto, giurando di non lavorare mai.

Vivono insieme in un appartamento di Roma e passano le loro giornate a chiacchierare senza approdare a nulla di concreto, ma il cambiamento è dietro l’angolo. Luigi si rende conto di stare invecchiando e cerca di rivivere i bei tempi andati del liceo; Matteo ha un padre idraulico che usa Instagram mentre Luca s’innamora di una ragazza eccitata all’idea che lui trovi un impiego.

Il lavoro viene visto come una sorta di Uomo Nero, assassino di sogni e ideali e quando Luca diventa ossessionato dall’idea del posto fisso, spinto dalla sua ragazza, Luigi e Matteo cercano di riportarlo alla ragione.

“The Pills – Sempre Meglio che Lavorare”, offre uno sguardo alternativo al mondo dei trentenni d’oggi, fatto d’incertezze e di paura di un futuro che ha fondamenta scricchiolanti. La pellicola, opera prima del trio, è stata presentata in anteprima a Lucca Comics & Games 2015.

Del cast del film, oltre a Luca Vecchi, Matteo Corradini e Luigi Di Capua, che interpretano se stessi, compaiono anche Margherita Vicario (la ragazza di Luca), Francesca Reggiani (la mamma di Matteo) e l’attore italo americano Giancarlo Esposito, noto per essere comparso nelle serie tv “Breaking Bad” e “C’era una Volta” e che sentiremo presto nel live-action Disney “Il Libro della Giungla”.

Di seguito potete vedere il trailer italiano  della pellicola, distribuita da Medusa.

No Comments Yet

Comments are closed