Trailer Ender’s Game, immagini e contenuti speciali

Trailer Ender's Game, immagini e contenuti speciali

Si avvicina sempre di più l’1 Novembre, data prevista per l’uscita di Ender’s Game.

Con la sceneggiatura e la direzione di Gavin Hood (dietro la macchina da presa di X-Men: Le Origini: Wolverine) passa sullo schermo l’adattamento cinematografico del romanzo scritto da Orson Scott Card, titolo vincitore del Premio Nebula nel 1985 (possono vantare la vittoria di questo premio anche autori del calibro di Frank Herbert, Isaac Asimov, Neil Gaiman e una nomination anche per George Martin).

E in più, uno spettacolare spot TV.

In un futuro non molto lontano, la Terra viene attaccata da un’ostile razza aliena, che sarebbe arrivata a conquistare l’intero pianeta, se l’impeto non fosse stato sventato dall’eroico Comandante della Flotta Internazionale, Mazer Rackham. Nell’attesa della rivalsa nemica, spetta allo stimatissimo Colonnello Graff rinforzare i presidi, reclutando i migliori ragazzi in tutto il pianeta per designare il prossimo Mazer. Uno in particolare, Ender Wiggin, viene notato per le sue brillanti qualità e convinto ad entrare nella Scuola di Guerra di Graff; lì impara ben presto le tattiche belliche, l’uso delle armi e a farsi rispettare dagli altri cadetti, vincendo ogni simulazione di guerra e guadagnandosi la promozione alla Scuola di Comando, dove sarà addestrato dallo stesso Mazer.

Il cast del film si rivela di tutto rispetto: Harrison Ford e Ben Kingsley non possono di certo passare inosservati, ancor meno se ci sono le penne di Orci e Kurtzman (ultimamente molto impegnati). Doppiamente se si muovono in un contetso scenografico che abbiamo la possibilità di visitare a 360°, grazie a questi contenuti appositamente studiati e distribuiti da Lionsgate!


Presto in sala, dunque, ci aspetta una avventura particolare, ad affrontare un nuovo mondo futuristico e pericoloso. Senza contare che, a giudicare dalle immagini che anche in questo stesso articolo abbiamo potuto vedere, l’esperienza visiva promette di essere a dir poco coinvolgente.

No Comments Yet

Comments are closed