#BESOCIAL

Dopo “Hercules – La leggenda ha inizio” con Kellan Lutz, sta per sbarcare nei cinema una nuova trasposizione sull’eroe greco, stavolta interpretato da Dwayne Johnson, a molti noto come The Rock (al lavoro sul catastrofico “San Andreas 3D” e che presto tornerà a recitare in “Fast & Furious 7”).

“Hercules: The Thracian Wars” è basato sull’omonima graphic novel dei Radical Studios ed inizierà dopo le mitiche 12 fatiche del semidio, già divenuto leggenda.

Domani, 25 marzo, verrà rilasciato il primo trailer internazionale, ma nel frattempo la MGM e la Paramount hanno pubblicato due scatti in anteprima della pellicola, che ritraggono Johnson in tutta la sua imponenza.

Hercules The Thracian Wars: due foto prima del trailer

Perseguitato da un peccato del proprio passato, Hercules è divenuto un mercenario.Insieme a cinque fedeli compagni, viaggia per l’antica Grecia offrendo i suoi servizi in cambio di oro e usando la sua leggendaria reputazione per intimidire i nemici. Ma quando il generoso sovrano della Tracia e sua figlia chiedono il suo aiuto per sconfiggere un selvaggio e terrificante signore della guerra, Hercules scopre che affinché il bene trionfi e la giustizia prevalga, deve tornare a essere l’eroe che era un tempo, deve abbracciare il proprio mito… deve essere Hercules.

Hercules The Thracian Wars: due foto prima del trailer

La data di uscita del film, diretto da Brett Ratner (X-Men: Conflitto finale”, 2006; uno dei vari registi diComic Movie”, 2013) è fissata per il 25 luglio e nel cast, assieme a Jonhson, troveremo Ian McShane (Barbanera inPirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare”, 2011), Rufus Sewell (“La leggenda del cacciatore di vampiri, 2012), Joseph Fiennes (“Shakespeare in Love”, 1998), Peter Mullan (“War Horse”, 2011), John Hurt (nel recente “Snowpiercer”), Rebecca Ferguson (quest’anno nominata al Golden Globe per la miniserie televisiva “The White Queen”), Ingrid Bolsø Berdal (“Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe”, 2013), Aksel Hennie (Headhunters”, nomination ai BAFTA Awards 2013 come miglior film non in lingua inglese), Reece Ritchie (“Prince of Persia: Le sabbie del tempo”, 2011) Tobias Santelmann (“Kon Tiki”, nominato all’Oscar come miglior film straniero nel 2013).

#BESOCIAL