the-gift-trailer-italianoSTX Entertainment ha reso pubblico il trailer ufficiale del nuovo The Gift, un thriller psicologico interpretato da Jason Bateman, Rebecca Hall e Joel Edgerton, atteso nelle sale il prossimo 31 luglio.

Il produttore è Jason Blum e la sua Blumhouse, reduci dal successo di Whiplash. La pellicola segna anche il debutto alla regia di un attore e scrittore estremamente apprezzato: Joel Edgerton (Il Grande Gatsby, Dark Zero Thirty, Warrior). Oltre ad aver scritto e diretto il film, Edgerton ha deciso di vestire lui stesso i panni di Gordo, personaggio chiave nel film, seppure all’inizio avesse pensato di desistere per focalizzarsi solamente sulla regia. Alla fine, tuttavia, ha prevalso la sua voglia di far parte del cast. Ecco il trailer ufficiale:

Il titolo proposto in origine era Weirdo, ma il nome non entusiasmava affatto Blum. Il produttore ha insistito per cambiarlo in The Gift, per quanto fosse un omonimo del film di Sam Raimi del 2000. Su questo aneddoto, lo stesso Blum ha ironicamente dichiarato: “Se non vi piacerà il titolo, ammetterò l’errore!

La pellicola ruota intorno ad una domanda: si può vivere una vita senza mai far torto a nessuno? La risposta, per i protagonisti, sembra essere negativa. Simon (Jason Bateman) e Robyn (Rebecca Hall) sono una giovane coppia di sposi la cui vita scorre via serenamente fino a quando un incontro casuale con un ex compagno di liceo di Simon manda il loro mondo letteralmente in tilt. In un primo momento Simon non riconosce Gordo (Joel Edgerton), ma dopo una serie apparentemente casuale di incontri viene rivelato un orribile segreto che proviene direttamente dal loro passato e che era stato celato per quasi 20 anni. Non appena Robyn scopre l’inquietante verità su quanto accaduto tra Simon e Gordo, comincia a domandarsi: quanto possiamo dire di conoscere realmente le persone più vicine a noi, e il passato può dirsi mai veramente “passato”?

A proposito del film, Blum ha affermato di essersi fatto guidare dall’idea di incontrare una persona del proprio passato e pensare che abbia dimenticato – mentre non ha affatto dimenticato. “Mi è piaciuta l’idea che quella persona potrebbe vendicarsi, o potrebbe anche non farlo, attraverso una serie di regali che all’inizio sembrano divertenti mentre poi diventano sempre più cattivi…”. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per inchiodare lo spettatore alla poltrona dall’inizio alla fine.

#BESOCIAL